Post

27 Settembre 2017

Cinque volte campione di motocross, Kiara Fontanesi oggi in Assemblea legislativa

Pentacampione di motocross femminile, giovane ed emiliana. Kiara Fontanesi ha ricevuto oggi, dalla Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna Simonetta Saliera e dal vicepresidente Fabio Rainieri, un riconoscimento per gli eccezionali risultati sportivi che ha raggiunto in questi anni.

Kiara, con l’ultimo successo ottenuto in Olanda ha scritto una pagina storica del motociclismo italiano. Mai nessuna atleta femminile aveva ottenuto cinque mondiali in altre specialità, e Kiara addirittura ha conquistato gli ultimi quattro mondiali consecutivamente. La campionessa ha sempre avuto le idee limpide sul suo futuro: “In seconda superiore ero già molto impegnata con gare e allenamenti. Dopo un’interrogazione di matematica in cui ho fatto scena muta ho capito che non avrei mai voluto fare un’altra figura del genere e ho deciso di abbandonare la scuola per dedicarmi al 100% alle due ruote”. La famiglia, oggi in Assemblea con mamma Roberta e papà Massimo, ha sempre sostenuto il percorso della figlia, anche se sulla decisione di abbandonare la scuola la mamma inizialmente ha un pò storto il naso: “In quel momento ero restia alla decisione ma dopo la carriera che ha fatto sono ben felice della scelta che Kiara ha compiuto”.

Post

5 Marzo 2021

Dimissioni Zingaretti e crisi Pd

"Le motivazioni delle dimissioni di Nicola Zingaretti da Segretario del Pd e il dibattito che ne è seguito dimostrano come il Partito Democratico sia contorto su se stesso negli opportunismi individuali che nulla hanno a che fare con la storia della sinistra italiana: c'è una totale sordità nei confronti sia di chi ancora ripone fiducia e speranza di futuro nella politica, sia per quell'immensità di popolo che è sempre più povero dal punto di vista economico e con sempre meno opportunità culturali.

26 Febbraio 2021

Cordoglio per la scomparsa di Bruno Pizzica

"Bruno Pizzica è stato un uomo e un sindacalista di grande umanità e impegno: da sempre in prima fila nella difesa dei lavoratori, nella costruzione di soluzioni avanzate e rispettose della dignità della persona quando si parlava di anziani e di welfare. La sua morte mi riempie di dolore: a sua moglie, ai suoi cari, alle compagne e ai compagni della Cgil, a tutti coloro che hanno lottato insieme a lui dedicando una vita ai diritti dei lavoratori e alla costruzione di una società più giusta, vanno le mie più sentite condoglianze".