Post

16 Settembre 2017

Buon compleanno senatore Stefani!

In Comune fu il più giovane degli eletti: andò a presiedere la Commissione Giovani e sport. Poi spiccò il volo: con il suo compagno di mille battaglie Guido Fanti contribuì a far nascere la Regione Emilia-Romagna, poi il Parlamento con Berlinguer e Amendola e il ritorno a Bologna per guidare la Fiera, facendone uno dei più importanti Expò italiani.

Martedì prossimo Dante Stefani, storico esponente del Pci e amministratore locale di lungo corso, compirà 90 anni: tutti spesi al servizio delle Istituzioni. “A nome mio personale e di tutta l’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, Le formulo i più sinceri e cordiali auguri per il suo 90esimo compleanno. Bologna, l’Emilia-Romagna e l’Italia intera non possono dimenticare il grande contributo, la passione e l’intelligenza che ha messo al servizio della nostra comunità ogni volta che è stato chiamato a ricoprire incarichi pubblici”, gli ha scritto in un messaggio Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, l’ente che Stefani tenne a battesimo occupandosi soprattutto del reclutamento del personale e dell’individuazione delle sedi. “In Comune a Bologna come in Parlamento, dalla Regione, di cui è stato uno dei padri, alla Fiera di Bologna, Lei ha incarnato i valori della Costituzione della Repubblica nata dalla Resistenza e soprattutto ha dato anima e corpo all’articolo 54 della Carta fondamentale del nostro Stato, che ricorda come le Istituzioni vadano servite ‘con disciplina e onore’”, sottolinea Saliera che ha voluto ricordare anche lo spessore internazionale del senatore Stefani. “Questo è anche il momento di ricordare il valore del Suo lavoro a livello internazionale nei rapporti con la Chiesa ortodossa russa”, racconta la Presidente riferendosi ai legami del senatore Stefani con il Patriarcato di Mosca.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".