Post

28 Luglio 2017

Le "tute blu dell'Ogr" in piazza per "Cantiere 2 agosto"

Lavoratori dell'Ogr in prima fila a "Cantiere 2 agosto", la maratone di "narrazione popolare" realizzata dall'Assemblea legislativa regionale in collaborazione con l'Associazione delle vittime della strage alla stazione di Bologna coordinati dal regista Matteo Belli.

Le maestranze e i pensionati delle storiche officine delle ferrovie dello Stato si stringono attorno ai narratori popolari, in particolare al loro "collega" Salvatore Fais, e alla Presidente dell'Assemblea legislativa regionale Simonetta Saliera che ha fortemente voluto "Cantiere 2 agosto". A darne notizia sono le stesse Rsu delle Ogr di Bologna. I rappresentanti dei lavoratori dell'Ogr, infatti, hanno preso carta e penna e scritto a Saliera: "La Rsu dell'Ogr di Bologna condivide la narrazione delle 85 storie delle vittime raccontate dai cittadini: le lavoratrici e i lavoratori delle Ogr saranno in Piazza Medaglie d'Oro accanto a Salvatore Fais". Cresce così il consenso popolare e la partecipazione dei cittadini all'iniziativa del Parlamento di viale Aldo Moro. E dopo le "tute blu dei ferrovieri" e l'apprezzamento del Presidente dell'Associazione famigliari delle vittime Parolo Bolognesi ("Grazie a 'Cantiere 2 agosto' ci saranno molte più persone alla cerimonia, grazie all'Assemblea e alla Presidente Saliera c'è 'Cantiere 2 agosto?"), ad arricchire l'impegno dei cittadini per la buona riuscita di "Cantiere 2 agosto" arriva anche un'importante donazione artistica: Maurizio Osti, pittore di fama internazionale, ha donato alla Presidenza dell'Assemblea il "suo" manifesto del 2 agosto. Si tratta dell'originale del manifesto che l'artista realizzò nel 1992 in occasione della celebrazione dell'anniversario della strage di Bologna e che ora è esposto nella hall del Parlamento di viale Aldo Moro. "Il Manifesto rievoca l'infame strage e si fa carico e interprete con rabbia della domanda di Giustizia che le vittime, i parenti delle vittime e tutti gli uomini bramosi di verità chiedono", spiega Osti. "Grazie a Fais, a tutto il consiglio di fabbrica delle Ogr, a Osti e a tutti i cittadini che hanno accolto il nostro impegno per un sussulto di impegno civile. Grazie a tutti voi è possibile realizzare un'iniziativa che è un bene pubblico di tutta la nostra comunità: noi vogliamo la ricordare perché vogliamo la verità: ogni amnesia nasconde una sommaria amnistia", spiega Saliera.

Post

23 Gennaio 2020

Apertura straordinaria per ArteFiera in Assemblea legislativa

Apertura straordinaria dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna per ArteFiera-ArtCity. 

20 Gennaio 2020

Giornata Memoria 2020: "Dopo la barbarie. Il difficile rientro"

Prima la persecuzione, poi la beffa. Prima l’annichilimento nel lager, poi il perdersi nei meandri di una burocrazia che non voleva minimamente affrontare il tema del post Shoah. Tra pratiche perse e finte rassicurazioni di rito. Tra faldoni alla ricerca del giusto ufficio a cui essere assegnati e un Paese che voleva dimenticare, archiviare per tornare al solito tran tran.