Post

26 Luglio 2017

Assemblea legislativa regionale e Scuola di Pace di Monte Sole a caccia di fake news

La Scuola di Pace di Monte Sole al servizio della cittadinanza solidale e consapevole.

Impegno europeo, cultura della memoria, lotta alle discriminazioni e alla propaganda violenta favorita dall’uso distorto dei social media: nei luoghi che furono teatro di uno dei più efferati massacri della Seconda Guerra Mondiale, nasce una Summer School per 40 studenti provenienti da tutto il mondo. Sarà un 2018 di grande attività per la Scuola di Pace di Monte Sole che, grazie all’accordo approvato all’unanimità nei giorni scorsi dall’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, vivrà il prossimo anno all’insegna dell'alta formazione in una cornice internazionale. “Abbiamo deciso di accogliere le proposte che ci sono venute dal Land dell’Assia e, in occasione delle attività per il 25° anniversario del gemellaggio con l’Emilia-Romagna, puntiamo sul coinvolgimento dei giovani adulti”, spiega Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, che ricorda come “la seconda parte del 2017 sarà dedicata alla formazione dei docenti e alla preparazione del materiale didattico, mentre nel 2018 si inizierà con un importante evento primaverile dedicato alla lotta alle fake news. In estate poi 40 studenti provenienti da tutto il mondo saranno ospiti a Monte Sole per una full immersion di 7 giorni dedicati ai temi della memoria, dell’Europa dei popoli e dei diritti umani per arrivare all’autunno, quando ci sarà un altro evento internazionale. Per tutto il 2018, attraverso Internet, i 40 studenti potranno tenersi in contatto e continuare a dibattere e ad approfondire gli argomenti affrontati utilizzando i siti tematici realizzati per la Summer School”. A sottolineare l’impegno internazionale del progetto i 40 studenti saranno così ripartiti: 20 emiliano-romagnoli, i restanti provenienti dall’Assia e da tutto il mondo.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".