Post

8 Luglio 2017

Tanti auguri, compagno Olivi

“Caro Olivi, tanti auguri di buon compleanno per i tuoi 80 anni.

Tanti auguri e un caloroso ringraziamento per tutto quello che, nei tanti anni di attività politica e istituzionale, hai fatto per la nostra comunità, per la promozione dei valori della nostra Costituzione repubblicana, della nostra democrazia, dei diritti del lavoro”. Questo il messaggio di Simonetta Saliera in occasione degli 80 anni di Mauro Olivi, storico dirigente del Pci bolognese e deputato per 3 legislature dal 1976 al 1987. Di famiglia operaia Olivi è una figura storica non solo del Partito Comunista Italiano, ma anche del movimento cooperativo. Già segretario del Pci bolognese, negli anni di Enrico Berlinguer ebbe ruoli nazionali. Molto legato al suo quartiere natale, il Navile, ancora oggi è una delle figura più autorevoli della politica cittadina. La sua lunga storia, che si interseca con la vita della città e del Paese nel secondo dopoguerra, è raccontata nella sua autobiografia scritta insieme a Maurizio Garuti "Il comunista che mangiava le farfalle", edito nel 2011 dalla Pendragon.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.