Post

10 Maggio 2017

Buon lavoro a Giorgio Graziani, confermato Segretario Cisl Emilia-Romagna

"Formulo a Giorgio Graziani i più sinceri complimenti per la conferma a Segretario regionale della Cisl dell'Emilia-Romagna e gli rivolgo i migliori auguri di buon lavoro.

Mai come in questa difficile fase storica è importante la collaborazione tra Istituzioni e parti sociali, in primo luogo i sindacati dei lavoratori, per contrastare il degrado che da troppi decenni colpisce il mondo del lavoro e riaffermare il valore costituzionale per cui il lavoro non è solo salario, ma in primo luogo dignità della persona". Così Simonetta Saliera in merito all'elezione del Segretario regionale della Cisl avvenuta oggi al congresso di Cervia. "Sono certa che - spiega Saliera - nel rispetto dei rispettivi ruoli Istituzionali ci saranno nuove e sempre maggiori occasioni di reciproca collaborazione".

Post

8 Marzo 2021

Cordoglio scomparsa Mauro Roda, elettricista ferrovie vittima dell'amianto

“Una nuova vittima della tragedia dell’amianto. Una morte che riapre la ferita mai sopita dell'ingiustizia subita da centinaia di lavoratori e loro famigliari e che fa ancora più male oggi in una società disumana che non perde occasione per mettere in discussione i diritti costituzionali sul lavoro duramente conquistati in decenni di lotte sociali, politiche e parlamentari”. Così, in una lettera inviata ad AFEVA CGIL Simonetta Saliera esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Mauro Roda, elettricista delle Ferrovie scomparso oggi dopo una lunga malattia.

5 Marzo 2021

Dimissioni Zingaretti e crisi Pd

"Le motivazioni delle dimissioni di Nicola Zingaretti da Segretario del Pd e il dibattito che ne è seguito dimostrano come il Partito Democratico sia contorto su se stesso negli opportunismi individuali che nulla hanno a che fare con la storia della sinistra italiana: c'è una totale sordità nei confronti sia di chi ancora ripone fiducia e speranza di futuro nella politica, sia per quell'immensità di popolo che è sempre più povero dal punto di vista economico e con sempre meno opportunità culturali.