Post

30 Aprile 2017

Buon Primo Maggio

“Per la nostra Costituzione la dignità della persona è fondata non su ciò che la persona ha (cioè i beni, la proprietà) ma su ciò che fa (cioè il lavoro): e il lavoro è sempre stato accompagnato dalle parole emancipazione, dignità, salute, libertà.

Il lavoro è, prima ancora che fonte di reddito, dignità stessa della persona umana: per questo proviamo rabbia ogni volta che vediamo il livello di degrado sempre maggior in cui sono crollate ampie fasce del mondo del lavoro. E’ questo lo spirito del Primo Maggio, la Festa dei lavoratori. Formulo i migliori auguri per la festa di domani a tutte le lavoratrici e i lavoratori emiliano-romagnoli, ai diversi sindacati che, in tutte le città della nostra regione, daranno vita a iniziative e appuntamenti pubblici, affinché ancora una volta tutti noi ricordiamo che, come recita la nostra Costituzione, l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”. Sono le parole che Simonetta Saliera rivolge alle cittadine e ai cittadini, alle lavoratrice e ai lavoratori e alle forze sociali dell’Emilia-Romagna in occasione del Primo Maggio che sarà festeggiato domani in tutta la regione.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.