Post

29 Aprile 2017

Bolognina in mostra in Regione

Da quartiere operaio a simbolo del terziario più avanzato. La Bolognina si racconta attraverso le foto di Ivano Adversi che saranno esposte dal 3 maggio al 10 luglio prossimi nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna in viale Aldo Moro, 50. Il taglio del nastro è previsto per le ore 12 del 3 maggio prossimo quando la Presidente dell’Assemblea legislativa Simonetta Saliera, il Presidente del Quartiere Navile Daniele Ara e l’autore, il fotografo bolognese Ivano Adversi, inaugureranno la mostra “Bolognina in Regione”, che racconta i cambiamenti del noto quartiere bolognese.

“Abbiamo accolto con piacere l’invito del Quartiere Navile, di Adversi e dell’Associazione Terzo Tropico perché ci pare giusto raccontare la storia di una delle parti centrali di Bologna, di uno dei quartieri che ha vissuto molti cambiamenti negli ultimi anni e che merita molta attenzione da parte delle Istituzioni”, spiega Saliera. Dal canto suo il Presidente del Quartiere Navile Ara racconta così il senso della mostra: “Che cosa è la Bolognina oggi e su quale nuovo patto fra cittadini e Amministrazione possiamo investire per il futuro? Questo è l’interrogativo di questi anni complicatissimi ma esaltanti al tempo stesso. La deindustrializzazione fa sì che si aprano dei vuoti da riempire con nuove funzioni, cercando di densificare il tessuto abitato e creando nuove centralità verdi e di aggregazione; e nuove funzioni economiche, che attirano la conoscenza e il meglio delle città intelligenti”. La mostra sarà visitabile gratuitamente fino al 10 luglio dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".