Post

8 Aprile 2017

Brutale assassinio a Portomaggiore, cordoglio e necessità di punire il colpevole

"Una nuova vittima innocente, un nuovo dolore che nessuno potrà mai lenire del tutto. Ai famigliari della guardia giurata assassinata questa sera a Portomaggiore vanno le più sentite condoglianze.

A una settimana esatta dallo stesso straziante crimine avvenuto a Budrio torniamo a piangere una vita umana barbaramente assassinata da un criminale che, speriamo, sia stato finalmente assicurato alla giustizia. Al sindaco di Portomaggiore, a tutta la comunità del comune ferrarese, ai parenti e agli amici della guardia giurata uccisa vanno le nostre sentite condoglianze, così come formuliamo gli auguri di pronta guarigione al suo collega rimasto ferito. Agli uomini e alle donne delle forze dell'ordine che operano perché venga assicurato alla giustizia il killer dei due efferati crimini, poi, vanno i più sentiti ringraziamenti per il loro quotidiano lavoro che è la via giusta per ridare alla nostra comunità quella serenità di cui ogni cittadino della Repubblica ha diritto". Così Simonetta Saliera in merito a quanto avvenuto oggi a Portomaggiore.

Post

18 Marzo 2019

Il ricordo di Marco Biagi

“Ricordare la figura, il pensiero e l’opera di Marco Biagi è un dovere civile per tutte le Istituzioni. Il suo barbaro omicidio ferisce ancora tutta Bologna, la nostra regione e il Paese e interroga le nostre coscienze. Il dolore per la sua morte non trova pace perché è stata assassinata una persona e inferto un colpo ai valori della democrazia, della tolleranza e del rispetto che sono alla base del nostro vivere comune e della coesione della nostra città”.

16 Marzo 2019

Al via i lavori per il Museo Presidio Ogr in Assemblea legislativa

La storia dell'Officina Grandi Riparazioni trova casa nell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. Procedono infatti speditamente i lavori per realizzare il nuovo spazio espositivo dedicato alla storia dell’OGR di Bologna (oggi Officina Manutenzione Corrente) che dal luglio scorso ha lasciato la storica sede di Via Casarini per trasferirsi in via del Lazzaretto.