Post

6 Gennaio 2017

Ricordando la tragedia di Crevalcore

"Il ricordo di quanto avvenne a Crevalcore il 7 gennaio di 12 anni fa è motivo di dolore per tutti noi: i 17 morti, i feriti, lo strazio dei loro cari e dell'intera nostra comunità. Le tante domande ancora aperte, ma anche il ricordo di come la comunità di Crevalcore seppe reagire e affrontare con dignità e forza gli effetti del terribile disastro ferroviario".

Così, in un messaggio al sindaco di Crevalcore, Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna, ricorda le vittime del disastro ferroviario di Crevalcore di cui domani si terrà la commemorazione ufficiale. "Allora come oggi dobbiamo sempre ricordare l'impegno dei soccorritori, in primo dei Vigili del Fuoco e ai ferrovieri, e di tutta una comunità che seppe superare le sofferenze e aiutare chi aveva perso i suoi cari. Ieri come oggi - sottolinea Saliera - dobbiamo porre grande attenzione ai temi della sicurezza sul lavoro, sui mezzi di trasporto per avere comunità sicure e serene, all'altezze dei diritti e delle aspettative dei cittadini".

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.