Post

17 Novembre 2016

Svastica a Bologna, la condanna di Saliera

"La presenza di simboli neonazisti sui muri di Bologna è da condannare senza appello e senza remore: purtroppo troppe volte negli ultimi mesi, infatti, la nostra città è stata scenario di atti vandalici, scritte e sfregi che rimandano a un passato grave e che non appartiene ai valori della nostra democrazia repubblicana".

Così Simonetta Saliera commenta la notizia diffusa dall'agenzia di stampa Dire che racconta come sulla sede del consolato d'Austria a Bologna sia comparsa una svastica. Sempre a Bologna, tra l'altro, nei mesi scorsi più volte, inoltre, era stata danneggiata la lapide che ricorda Romagnoli, partigiano ammazzato nel capoluogo emiliano dai nazifascisti durante la II Guerra Mondiale.

Post

18 Settembre 2020

I 70 anni di sacerdozio di Don Lorenzo Lorenzoni

Parrocchia di Montecalvo in festa con il Cardinale Matteo Maria Zuppi, per i 70 anni di ordinamento sacerdotale di Don Lorenzo Lorenzoni, il parroco 94 enne che oltre 10 anni ha letteralmente ricostruito la parrocchia alle porte di Bologna e che proprio da sette decenni è in "servizio permanente", prete dalla mattina alla sera sempre in attività.

24 Agosto 2020

Referendum 20-21 settembre 2020: le ragioni del NO

"L'Idea di Pianoro" REFERENDUM DI SETTEMBRE. Abbiamo chiesto un giudizio a Simonetta Saliera, già sindaco di Pianoro e presidente dell'Assemblea regionale: "Torniamo alla Costituzione. Il valore di una Costituzione e la sua efficacia li si misura nell'arco dei decenni. Da troppi anni la nostra Costituzione (che fu il frutto dell'incontro tra le culture democratiche laiche, cattoliche e marxiste, all'indomani dell'immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale) è sotto attacco, tenuta come un foglio sospeso sul bordo di un cestino.