Post

8 Novembre 2016

Italia-Pachistan, collaborazione nel segno della formazione e dello sviluppo della democrazia

Più formazione significa maggiore sviluppo e benessere dei popoli.

Maggiore benessere porta con se minori tensioni internazionali e quindi pace e sviluppo globale. Con questo doppio obiettivo questa mattina una delegazione di 7 professionisti pachistani impegnati in diversi ambiti culturali e imprenditoriali, ha fatto visita alla sede dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna. "Si consolida un'attenzione e una collaborazione che dura da tempo: siamo certi che in questo modo non solo aumenterà il livello internazionale dell'Emilia-Romagna, ma si sta dando un contributo importante allo sviluppo economico, culturale e democratico del Pachistan", spiega Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale che ha fatto gli onori di casa alla delegazione pachistana, la cui visita è stata organizzata dal Cestas, il centro studi che nel 2015 ha avviato la collaborazione con il Pakistan Poverty Alleviation Fund (Ppaf) con l’obiettivo, contribuire alla riduzione della povertà nei distretti del Balochistan, del Khyber-Pakhtunkhwa, attraverso la formazione e lo sviluppo agricolo. Il progetto è parte di un programma di investimento triennale finanziato dalla Direzione generale per la Cooperazione allo sviluppo del Governo italiano. Cestas si occuperà delle attività di capacity building, che prevedono la formazione di 56 persone tra professionisti del Ppaf, funzionari del Governo pakistano e leader delle comunità locali. I beneficiari, divisi in gruppi, parteciperanno a viaggi studio di due settimane in Italia, in cui avranno la possibilità di visitare alcuni centri di eccellenza principalmente di Emilia-Romagna ma non solo. Sono l'Assemblea legislativa regionale, le Università, Enti locali, aziende agricole e sanitarie, industrie di trasformazione, parchi naturali, agenzie per la protezione dell’ambiente e il dipartimento di protezione civile, centrali idroelettriche, parchi solari, gruppi d’azione locali e organizzazioni di agricoltori.

Post

18 Marzo 2019

Il ricordo di Marco Biagi

“Ricordare la figura, il pensiero e l’opera di Marco Biagi è un dovere civile per tutte le Istituzioni. Il suo barbaro omicidio ferisce ancora tutta Bologna, la nostra regione e il Paese e interroga le nostre coscienze. Il dolore per la sua morte non trova pace perché è stata assassinata una persona e inferto un colpo ai valori della democrazia, della tolleranza e del rispetto che sono alla base del nostro vivere comune e della coesione della nostra città”.

16 Marzo 2019

Al via i lavori per il Museo Presidio Ogr in Assemblea legislativa

La storia dell'Officina Grandi Riparazioni trova casa nell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. Procedono infatti speditamente i lavori per realizzare il nuovo spazio espositivo dedicato alla storia dell’OGR di Bologna (oggi Officina Manutenzione Corrente) che dal luglio scorso ha lasciato la storica sede di Via Casarini per trasferirsi in via del Lazzaretto.