Post

8 Novembre 2016

Italia-Pachistan, collaborazione nel segno della formazione e dello sviluppo della democrazia

Più formazione significa maggiore sviluppo e benessere dei popoli.

Maggiore benessere porta con se minori tensioni internazionali e quindi pace e sviluppo globale. Con questo doppio obiettivo questa mattina una delegazione di 7 professionisti pachistani impegnati in diversi ambiti culturali e imprenditoriali, ha fatto visita alla sede dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna. "Si consolida un'attenzione e una collaborazione che dura da tempo: siamo certi che in questo modo non solo aumenterà il livello internazionale dell'Emilia-Romagna, ma si sta dando un contributo importante allo sviluppo economico, culturale e democratico del Pachistan", spiega Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale che ha fatto gli onori di casa alla delegazione pachistana, la cui visita è stata organizzata dal Cestas, il centro studi che nel 2015 ha avviato la collaborazione con il Pakistan Poverty Alleviation Fund (Ppaf) con l’obiettivo, contribuire alla riduzione della povertà nei distretti del Balochistan, del Khyber-Pakhtunkhwa, attraverso la formazione e lo sviluppo agricolo. Il progetto è parte di un programma di investimento triennale finanziato dalla Direzione generale per la Cooperazione allo sviluppo del Governo italiano. Cestas si occuperà delle attività di capacity building, che prevedono la formazione di 56 persone tra professionisti del Ppaf, funzionari del Governo pakistano e leader delle comunità locali. I beneficiari, divisi in gruppi, parteciperanno a viaggi studio di due settimane in Italia, in cui avranno la possibilità di visitare alcuni centri di eccellenza principalmente di Emilia-Romagna ma non solo. Sono l'Assemblea legislativa regionale, le Università, Enti locali, aziende agricole e sanitarie, industrie di trasformazione, parchi naturali, agenzie per la protezione dell’ambiente e il dipartimento di protezione civile, centrali idroelettriche, parchi solari, gruppi d’azione locali e organizzazioni di agricoltori.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".