Post

7 Novembre 2016

I problemi delle carceri e il grazie a Desi Bruno

"In Emilia-Romagna la presenza di stranieri nelle carceri supera il 40%. L'espulsione non e' la soluzione, occorrono prospettive collegate a formazione e lavoro".

Lo ha detto la Garante regionale dei detenuti, Desi Bruno, in occasione dell'iniziativa "Diritti e dignita' nell'esecuzione della pena", giornata di formazione per operatori e volontari del circuito dell'esecuzione penale. Bruno ha tra l'altro evidenziato che "amnistia e indulto non sono all'ordine del giorno, non abbiamo riscontrato condivisione da parte del ministero della Giustizia". E ha appoggiato la partecipazione: "Sarebbe per noi una grande conquista - ha detto - introdurre in Emilia-Romagna la rappresentanza dei detenuti, in qualche carcere viene gia' fatto, ma non nella nostra regione". Inoltre, per il regime delle celle aperte - ha aggiunto - "sarebbe una rivoluzione copernicana se venissero attivate opportune attivita' parallele". Bruno ha anche portato un messaggio della presidente dell'Assemblea legislativa, Simonetta Saliera: "troppo spesso i problemi strutturali e le difficolta' economiche - rileva la presidente - vengono utilizzati come alibi con cui finiscono vanificate le volonta' e le progettualita' piu' promettenti, quelle che tutti i giorni servono dentro e fuori il carcere per costruire un ambiente piu' attento e rispettoso nei confronti della dignita' e dei diritti di tutti coloro che, a vario titolo, vivono la pena". Cio' accade, rileva Saliera apprezzando i volontari, "anche perche' con grande frequenza i ruoli, le relazioni, le esperienze di questi interlocutori non sono condivise, non ci si confronta con il leale intento di conoscersi, capirsi, arricchirsi reciprocamente".

Post

17 Febbraio 2020

Cordoglio per la morte di Mauro Raparelli

E.ROMAGNA: MORTO EX ASSESSORE RAPARELLI, CORDOGLIO SALIERA


8 Febbraio 2020

Preoccupazione per l'arresto di Patrick George Zaky

"Esprimo grande preoccupazione e ansia per le sorti di Patrick George Zaky: sono vicina al giovane, alla sua famiglia e ai suoi amici nella speranza che presto ci sia una soluzione positiva.