Post

26 Ottobre 2016

Complimenti a Clede Garavini, nuovo Garante dell'Infanzia della Regione Emilia-Romagna

Complimenti e auguri di buon lavoro a Clede Garavini, nuovo Garante dell'Infanzia eletta oggi dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e un sincero ringraziamento per il lavoro svolto in questi anni (e che continuerà a svolgere con impegno e passione fino alla fine del suo incarico prevista per fine novembre) dal Garante uscente Luigi Fadiga.

Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna, commenta così dalle pagine del suo sito Internet l'elezione avvenuta questa mattina da parte del "parlamento" di viale Aldo Moro del nuovo Garante regionali dell'Infanzia. "Sono certa che darà un grande contributo al lavoro di tutta l'Assemblea che così si caratterizza sempre più come l'Assemblea dei Diritti", spiega Saliera che ricorda anche come "nel rispetto dei reciproci ruoli istituzionali ci saranno molte occasioni di collaborazione e impegno comune su temi che stanno a cuore ai cittadini perché toccano le parti meno potenti della società a cui, invece, la politica e le Istituzioni devono dare voce e visibilità". La Presidente dell'Assemblea rivolge poi un ringraziamento "sincero e per nulla rituale per il grande lavoro svolto in questi anni difficili" al Garante uscente Luigi Fadiga. "Il suo impegno è un modello di lavoro e di passione nella dedizione alla vita pubblica per tutti noi", spiega Saliera.

Post

23 Gennaio 2020

Apertura straordinaria per ArteFiera in Assemblea legislativa

Apertura straordinaria dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna per ArteFiera-ArtCity. 

20 Gennaio 2020

Giornata Memoria 2020: "Dopo la barbarie. Il difficile rientro"

Prima la persecuzione, poi la beffa. Prima l’annichilimento nel lager, poi il perdersi nei meandri di una burocrazia che non voleva minimamente affrontare il tema del post Shoah. Tra pratiche perse e finte rassicurazioni di rito. Tra faldoni alla ricerca del giusto ufficio a cui essere assegnati e un Paese che voleva dimenticare, archiviare per tornare al solito tran tran.