Post

12 Ottobre 2016

A Modena per il patto di amicizia con il Popolo Saharawi

Modena rinnova l’amicizia con la Repubblica Saharawi. Mercoledì 12 ottobre il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e il sindaco della Daira di Edchera Sidi Alì Hosain Saleh hanno firmato il nuovo Patto di Amicizia.

Edchera è una “daira” della wilaya di El Aayun situata nei campi per i rifugiati di Tindouf, area del deserto algerino dove circa 300mila persone sopravvivono grazie soprattutto agli aiuti umanitari internazionali. La firma è avvenuta nella Galleria Europa al piano terra del Municipio, dove è allestita la mostra fotografica di Livia Tassinari “Tana libera tutti”, realizzata con la collaborazione della Regione, che racconta la difficile vita nei campi profughi e nei territori occupati del Sahara occidentale. Alla cerimonia che si è svolta mercoledì 12 ottobre era presente anche la presidente dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna Simonetta Saliera. Della delegazione Saharawi facevano parte, oltre al sindaco di Edchera, Beisat Deich Mohamed Yeslem governatore della Wilaya di El Aayun, Mohamed Brahim Neaama Yumani parlamentare Saharawi per la Daira di Edchera e Omar Mih rappresentante in Italia del Fronte Polisario.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".