Post

29 Settembre 2016

Al via la sesta edizione di Concittadini

Sarà una sesta edizione che partirà dalla storia, quella di conCittadini, il progetto che coinvolge scuole, enti locali e associazioni che lavoreranno insieme sul tema della memoria, dei diritti, del patrimonio e della legalità.

Lo scorso anno più di 30.000 persone e 226 scuole hanno partecipato al percorso coordinato e gestito dall’Assemblea legislativa in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e dall’Università di Bologna con il Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio. E la storia sarà infatti il punto di partenza per questa edizione, che si apre con gli appuntamenti di formazione, gratuiti, inseriti all’interno della Festa Internazionale della Storia e che saranno riconosciuti come aggiornamento dal MIUR. L’evento quest’anno si svolgerà dal 15 al 23 ottobre in piazze, chiostri e strade di Bologna e altre città, e verterà sui nessi tra storia e attualità in diversi campi, dalla moda all’arte, dallo sport all’alimentazione. Nel programma anche il convegno “Step by Step. Un patrimonio di esperienze per una pedagogia della cittadinanza” in programma a Bologna il 19 ottobre, dove verranno presentate le esperienze europee di educazione alla cittadinanza, compreso il percorso conCittadini. Il progetto conCittadini, unico nel panorama italiano per la ricca rete territoriale che lo compone, coinvolge non solo istituti comprensivi, comuni e associazioni, ma anche piccole realtà scolastiche, parchi nazionali e regionali, corpi di polizia, parrocchie, sedi ANPI, coordinamenti di Libera e tante altre realtà che anno dopo anno decidono di partecipare. L’obiettivo è quello di realizzare insieme iniziative, nei diversi ambiti della memoria, dei diritti, del patrimonio e della legalità, che siano occasioni di incontro e scambio fra l’Assemblea legislativa ed i cittadini.

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".