Post

12 Luglio 2016

Fiera di Bologna, vigilare e sviluppare

"L'apertura delle trattative tra sindacati e proprietà è senz'altro una notizia positiva perché riafferma la logica del confronto e della concertazione tra parti sociali e non quella dei blitz e dei diktat. E' una svolta frutto della stretta collaborazione tra forze politiche, sindacati dei lavoratori e Istituzioni.

Ora, in primo luogo le Istituzioni, devono vigilare e adoperarsi perché si arrivi a un accordo che salvaguardi livelli occupazionali e relativa qualità e allo stesso tempo la Fiera di Bologna, che è strategica per il nostro territorio regionale e per l'intera Nazione. La Fiera deve avere un piano industriale serio, volto allo sviluppo del territorio e non solo alla logica dei dividendi. E' un compito arduo e difficile, ma indispensabile per essere all'altezza della tradizione di Bologna e in grado di far da volano alla crescita della nostra comunità". Così Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna, in merito allo sviluppo della vertenza che riguarda lo sviluppo della Fiera di Bologna.

Post

17 Giugno 2019

In Assemblea legislativa abbiamo celebrato il 75° anniversario della Repubblica di Montefiorino

“Ringrazio sentitamente la presidente del Parlamento regionale, Simonetta Saliera, per aver creduto nella realizzazione della mostra e per averla ospitata nella sede dell’Assemblea legislativa: tenere viva la memoria storica sia uno dei compiti fondamentali delle Istituzioni”. Con queste parole il sindaco di Montefiorino, Maurizio Paladini, ha inaugurato questa mattina “1944-2019. La Repubblica di Montefiorino. Un Distretto Partigiano”, la mostra fotografica allestita nei locali dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna per celebrare il 75° anniversario della Repubblica di Montefiorino.

12 Giugno 2019

La Repubblica di Montefiorino 75 anni dopo

Tappa fondamentale per la riconquista della libertà, uno tra i primi esempi di democrazia nell’Italia che combatteva per liberarsi dall’oppressione nazifascista.