Interventi

4 Ottobre 2011

L'unica strada per contare di più

L'unica strada per contare di più
 


4 ottobre 2011 – Il Resto del Carlino
 

Intervento di Simonetta Saliera

 

Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna

La nascita dell’Unione Terre d’Acqua è un avvenimento molto importante per i cittadini dei sei Comuni coinvolti. Grazie al lavoro dei loro sindaci che, con la loro tenacia stanno cercando di fare fronte ai tagli devastanti imposti dal governo a gli enti locali e ai cittadini, la nascita dell’Unione non solo non comporterà disagi per la popolazione: anzi porterà con se risparmi che verranno reinvestiti per difendere e dove possibile aumentare i servizi ai cittadini, un obiettivo molto importante perché la grave crisi occupazionale che colpisce il nostro Paese, le politiche del governo che hanno ridotto il potere d’acquisto di salari, stipendi e pensioni fanno sì che sempre più persone abbiano e avranno bisogno di sostegno e aiuto. È questo il risultato della nascita dell’Unione: mettere in comune funzioni che già da tempo sono gestite in forma associata dai sei municipi (catasto, polizia municipale, servizi sociali, personale, ecc…), per dare servizi più capillari e organizzati ai cittadini e alle imprese, contenere i costi di gestione e ottenere un migliore accesso ai contributi regionali e pubblici.
L'organismo nasce anche grazie al sostegno della Regione che da tempo lavora perché il maggior numero di Comuni dell’Emilia-Romagna operino in forma associata (Associazioni, Unioni e Comunità montane) in modo da ottimizzare le risorse, dare più opportunità al territorio, alle imprese e alle persone. E i numeri ci danno ragione visto che il 64% degli emiliano-romagnoli vive in Comuni che hanno già associato le funzioni fra loro (53% in Provincia di Bologna dove però il capoluogo da solo ha oltre il 33% dei residenti).
Non è un caso, infatti che nel solo 2011 e nonostante i tagli del governo al sistema delle autonomie la Regione ha messo a disposizione 16,3 milioni di euro per gli investimenti e la gestione dei servizi delle varie.

Post

20 Marzo 2019

Museo Ogr in Assemblea legislativa, la lettera di Afeva

“Grazie Presidente Saliera: Lei ci ha riavvicinati alle istituzioni repubblicane, e ha dato un esempio di come ci si dovrebbe comportare quando si riveste una importante carica pubblica”. A pochi giorni dall’avvio dei lavori per la realizzazione del Museo Ogr nei locali dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna e nel giorno in cui è iniziato il trasferimento dei reperti storici, la Cgil, l’Afeva (Associazione dei famigliari delle vittime dell’amianto) e l’Associazione Artecittà ringraziano la Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per il ruolo svolto nella salvaguardia del materiale della storica officina bolognese.

20 Marzo 2019

La Val di Zena si racconta in un volume

Dalla balena fossile di Gorgognano al tritone testato, dalla Grotta della Spipola alla Torre dell’Erede, passando per il Castello di Zena e la Pieve di Gorgognano.