Interventi

22 Giugno 2011

Vigili, quando l'unione fa la forza

Vigili, quando l'unione fa la forza
 
22 giugno 2011 - l'Unità
 
Intervento di Simonetta Saliera
 
Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna

Più servizi, più sicurezza. Più agenti e migliori tecnologie. Più prevenzione e più attività 24 ore su 24 sul territorio. In sintesi: più prevenzione e quindi più sicurezza per le persone e per i nostri territori. È così che, a dieci anni dalla riforma del titolo V della Costituzione ha attribuito alle Regioni nuovi poteri in materia di polizia locale, si presentano i 4.196 vigili dell’Emilia-Romagna. Risultati importanti che rappresentano un trampolino di lancio per il futuro, con il 2011 che, nonostante i tagli del governo centrale, nel 2011, vede la Regione impegnata in investimenti fino a  3milioni di euro per migliorare il servizio. Risultati importanti il cui bilancio arriva in un periodo in cui, purtroppo, riemergono qua e là anche nella nostra regione tentazioni isolazioniste che si scontrano con i risultati positivi di questo decennio: in dieci anni di collaborazione infatti, i vigili dell’Emilia-Romagna hanno cambiato volto. E i cittadini e ne sono accorti perché i servizi sono aumentati e sono migliorati. La conferma? Un po’ di numeri: organici in aumento, quasi l’80% degli emiliano-romagnoli che vive in Comuni serviti da corpi di polizia locale con più di 30 operatori, il 95% dei Comuni in cui è garantita l’erogazione del servizio durante tutto l’arco della giornata. Come ci si è riusciti? Anche grazie ai quasi 29 milioni di euro investiti dalla Regione per aumentare il personale, migliorane la formazione soprattutto dal punto di vista della prevenzione e dotarlo di tecnologie moderne ed efficienti che hanno permesso, tra l’altro, di ricevere le denunce via Internet.
E poi ancora: progetti per intensificare la prevenzione stradale per ridurre gli incidenti ed educare ad una guida sicura e garantire l’impegno della polizia locale in nuovi settori come la prevenzione alle infiltrazioni mafiose e il contrasto al gioco d’azzardo. Insomma, con dieci anni di operoso lavoro la Regione ha operato per migliorare la qualità del servizio offerto ai cittadini con investimenti in strumenti, mezzi e migliore professionalizzazione degli operatori anche di fronte ai loro nuovi compiti. Si tratta di risultati preziosi, che non vanno dispersi e che rappresentano, invece, un buon passaporto per migliorare sempre di più. Fare di più e meglio.

Post

12 Novembre 2019

Un urlo contro il razzismo

“Contro” la cultura dell’odio “iniettato” a piccole dosi, “con piccole siringhe, quasi per non farcene accorgere, quasi per farcelo sembrare giusto” come successo pochi anni fa nell’ex Jugoslavia. 

12 Novembre 2019

Patto di amicizia tra l'Assemblea legislativa regionale e il popolo curdo

L’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna si conferma al fianco del popolo curdo.