Interventi

2 Agosto 2010

2 agosto, Bologna non dimentica. E il governo?

2 agosto, Bologna non dimentica. E il governo?
 
1 agosto 2010 - Saluto alla staffetta podistica del 2 agosto
 
Intervento di Simonetta Saliera
 
Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna
 
Buon pomeriggio a tutti voi,
 
Ringrazio il Presidente dell'Associazione dei famigliari delle vittime della Strage del 2 Agosto Paolo Bolognesi per l'invito.
L'Emilia Romagna sente il dovere e ritiene un onore essere qui ad accogliervi.

Qui, in questo luogo che ricorda altri tragici momenti di cui è stata vittima la nostra città: quelli del terrorismo della Uno Bianca.
Ringrazio tutti voi per la civile testimonianza itinerante di città in città per non dimenticare quanto avvenuto a Bologna il 2 agosto del 1980 e coloro che con grande generosità e passione organizzano in silenzio e realizzano questa staffetta podistica della memoria, ormai evento storico ed importante delle celebrazioni dell'anniversario della strage alla stazione di Bologna. Nel vostro correre rivediamo il lavoro di chi scavò tra le macerie dopo la strage.
Sono trent'anni di dolore, di giusta ira, di inchieste, di verità giudiziarie raggiunte nonostante i depistaggi, di ipocriti comportamente di chi vorrebbe riscrivere con faziosità la verità storica di quegli anni di stragi e di paura per la tenuta della nostra democrazia.
Esprimo sincero rammarico per l'annunciata assenza del governo alla manifestazione di domani, perchè ritengo sia dovere di chi rappresenta il popolo italiano, non solo fare opera di verità, ma anche essere presente nei luoghi tragici del dolore, della rabbia, della richiesta incessante dei cittadini di trasparenza, di verità, di riconoscimento dei propri diritti. Le istituzioni della Regione Emilia-Romagna sono presenti e sostengono l'Associazione dei famigliari delle vittime e la città di Bologna nelle loro richieste giuste e condivise.

Post

18 Marzo 2019

Il ricordo di Marco Biagi

“Ricordare la figura, il pensiero e l’opera di Marco Biagi è un dovere civile per tutte le Istituzioni. Il suo barbaro omicidio ferisce ancora tutta Bologna, la nostra regione e il Paese e interroga le nostre coscienze. Il dolore per la sua morte non trova pace perché è stata assassinata una persona e inferto un colpo ai valori della democrazia, della tolleranza e del rispetto che sono alla base del nostro vivere comune e della coesione della nostra città”.

16 Marzo 2019

Al via i lavori per il Museo Presidio Ogr in Assemblea legislativa

La storia dell'Officina Grandi Riparazioni trova casa nell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. Procedono infatti speditamente i lavori per realizzare il nuovo spazio espositivo dedicato alla storia dell’OGR di Bologna (oggi Officina Manutenzione Corrente) che dal luglio scorso ha lasciato la storica sede di Via Casarini per trasferirsi in via del Lazzaretto.