Interventi

31 Maggio 2016

Intervista a La Repubblica Bologna del 31 maggio 2016

Intervista a Simonetta Saliera - Saliera a favore "Difendere i lavoratori è di sinistra" - "Stare con i lavoratori è una cosa di sinistra" "Stare con i lavoratori è una cosa di sinistra"

«IO ho firmato 15 giorni fa per il nuovo statuto dei lavoratori e per i tre quesiti referendari proposti dalla Cgil, tra cui quello sull'articolo 18. Non mi sembra che stare dalla parte dei lavoratori debba essere un problema per chi milita o è eletto nel centrosinistra. Almeno credo che non dovrebbe essere un problema». Così Simonetta Saliera, presidente dell'assemblea legislativa regionale dell'Emilia Romagna, spiega perché dal suo punto di vista non c'è contraddizione tra essere esponenti del Pd e firmare per i referendum proposti dal sindacato. Secondo lei Merola come candidato sindaco del Pd non ha preso una decisione in contrasto con la linea del partito? «Io credo che si possa stare in un grande partito anche con opinioni diverse e che l'autonomia del pensiero ci voglia sempre. A maggior ragione è importante per un amministratore dimostrare indipendenza di fronte alla grandi questioni». Lei è stata la più votata in provincia di Bologna alle ultime regionali, è stata eletta con 11.947 preferenze. Crede che l'elettorato abbia premiato la sua linea? «Io credo che l'elettorato abbia capito, non ho mai avuto infingimenti su questi temi. Credo che lo statuto dei lavoratori del 1970 sia una buona carta e adesso appoggio il nuovo statuto. Sono andata a firmare perché ci tenevo, stando al merito, senza chiamare a raccolta la stampa con dichiarazioni pubbliche o altro».

Post

23 Agosto 2019

11 settembre di pace, Daoud Nassar racconta la sua storia

Può una fattoria coltivare la pace? Può un uomo che insegna a non odiare difendersi e superare le difficoltà? Può un uomo che vive nella terra più martoriata dai conflitti parlare di comprensione tra i popoli? Sembra utopia, ma la vita di Daoud Nassar dimostra che tutto questo è possibile: primo non sentirsi vittime, secondo non odiare i propri oppressori, terzo essere costruttore di pace.

22 Agosto 2019

Legambiente premia i vini bolognesi

I vini bolognesi conquistano la Festa di Legambiente. Nel corso della XXXI edizione di FestAmbiente, la tradizionale kermesse organizzata dalla più importante associazione ambientalista italiana, che si è svolto a Grosseto nel cuore dell'estate due aziende vinicole bolognesi hanno conquistato il podio iridato: si tratta della Tenuta Santa Cecilia di San Lazzaro di Savena che è stata premiata per il suo "pignoletto frizzante", e l'Azienda Tomisa sempre di San Lazzaro di Savena, premiata per il suo Barbera Emilia.