Interventi

31 Maggio 2016

Intervista a La Repubblica Bologna del 31 maggio 2016

Intervista a Simonetta Saliera - Saliera a favore "Difendere i lavoratori è di sinistra" - "Stare con i lavoratori è una cosa di sinistra" "Stare con i lavoratori è una cosa di sinistra"

«IO ho firmato 15 giorni fa per il nuovo statuto dei lavoratori e per i tre quesiti referendari proposti dalla Cgil, tra cui quello sull'articolo 18. Non mi sembra che stare dalla parte dei lavoratori debba essere un problema per chi milita o è eletto nel centrosinistra. Almeno credo che non dovrebbe essere un problema». Così Simonetta Saliera, presidente dell'assemblea legislativa regionale dell'Emilia Romagna, spiega perché dal suo punto di vista non c'è contraddizione tra essere esponenti del Pd e firmare per i referendum proposti dal sindacato. Secondo lei Merola come candidato sindaco del Pd non ha preso una decisione in contrasto con la linea del partito? «Io credo che si possa stare in un grande partito anche con opinioni diverse e che l'autonomia del pensiero ci voglia sempre. A maggior ragione è importante per un amministratore dimostrare indipendenza di fronte alla grandi questioni». Lei è stata la più votata in provincia di Bologna alle ultime regionali, è stata eletta con 11.947 preferenze. Crede che l'elettorato abbia premiato la sua linea? «Io credo che l'elettorato abbia capito, non ho mai avuto infingimenti su questi temi. Credo che lo statuto dei lavoratori del 1970 sia una buona carta e adesso appoggio il nuovo statuto. Sono andata a firmare perché ci tenevo, stando al merito, senza chiamare a raccolta la stampa con dichiarazioni pubbliche o altro».

Post

22 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Don Luciano

“La scomparsa di Don Luciano, già parroco di Pianoro Vecchia e Livergnano, è motivo di dolore e di forte dispiacere. Ai suoi famigliari, alla Chiesa di Bologna e a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno di sacerdote vanno le mie più sentite condoglianze. Ci conoscevamo bene, amava ed era un gran conoscitore di musica in particolare d'organo e aveva una innata curiosità di conoscere il mondo in profondità tanto da studiare diverse lingue come il russo proprio per capire a fondo le persone, la loro vita e le loro profondità. Le nostre zuppette alle 23 di sera erano farcite di musica, pittura antica e racconti di vite nei diversi mondi”.

12 Ottobre 2021

Cordoglio per la scomparsa di Sante Tura

"Scienziato di grande livello, medico di stimato valore. Con Sante Tura scompare uno dei bolognesi più illustri, capace di essere appassionato pioniere nel campo della ricerca".