Interventi

5 Febbraio 2013

Intervista a Il Carlino di Bologna del 5 febbraio 2013

Fusione Valsamoggia "Coinvolgere i cittadini su statuto e organizzazione"
 
Vice presidente Saliera, con il Comune unico di Valsamoggia cosa cambierà per i cittadini?
"A livello di presenza territoriale e sportelli niente".
E a livello istituzionale?
"Sarà una grande innovazione".

Però il contesto economico è complicato per tutti, e il Comune unico non è certo immune.
"Per questo il progetto di fusione acquista ancora più importanza: con un unico ente che amministra una popolazione di 30.000 persone si potrà fare di più con meno risorse. E utilizzare al meglio le conoscenze presenti nelle cinque amministrazioni".
Capitolo referendum: in due comuni su cinque ha vinto il no. Come fare a convincere gli oppositori? Il voto dell'assemblea regionale non può bastare...
"Dopo il voto si aprirà un periodo fondamentale, con la definizione dello statuto e l'elaborazione degli atti per la costituzione del Comune unico: le amministrazioni in carica dovranno coinvolgere tutti i cittadini, compresi quelli contrari alla fusione, in questo processo. E, in particolare, nella definzione e nell'organizzazione dei servizi condivisi".
Quanto ci vorrà per vedere il nuovo Comune di Valsamoggia ll'opera?
"IL 2013 sarà interamente dedicato alla costituzione del nuovo ente. L'obiettivo è andare al voto per eleggere il nuovo sindaco e il nuovo consiglio nella primavare del 2014".
La sede dove sarà?
"Questa è una decisione che andrà presa durante la stesura dello Statuto".
A livello finanziario cosa succederà?
"Che la Regione darà 9 milioni in quindici anni al nuovo Comune. E che lo Stato ne aggiungerà altri nove in dieci anni".
Però ci sono comuni con il bilancio in rosso: i soldi basteranno per risanare i conti? E soprattutto: non è che chi ha bilanci sani pagherà per gli altri?
"No, perché la fusione porterà un altro vantaggio".
Quale?
"L'esenzione dal patto di stabilità per due anni".
Tradotto?
"Per il 2014 e il 2015 il Comune di Valsamoggia non dovrà rispettare i parametri che ora ognuna delle cinque amministrazioni deve rispettare".
E gli effetti quali saranno?
"Un forte aiuto alle amministrazioni in difficoltà finanziaria e più soldi da usare per investimenti, manutenzioni e altri servizi a favore dei cittadini". 

Post

14 Ottobre 2019

"Punti di luce" in mostra a Piacenza

Piacenza, Fiorenzuola d’Arda e Castel San Giovanni: un tris di esposizioni per “Punti di Luce. Essere una donna nella shoah”, la mostra realizzata dall’Assemblea legislativa regionale in collaborazione con lo Yad Vashem di Gerusalemme dedicata alle donne che morirono nei lager nazisti durante la II Guerra Mondiale.

14 Ottobre 2019

La Consulta fra le antiche istituzioni bolognesi in mostra in Assemblea legislativa

Le “Antiche Istituzioni bolognesi” in mostra in Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.