Interventi

10 Novembre 2012

Tornano in campo 39 milioni di euro

Tornano in campo 39 milioni di euro
 
10 novembre 2012 - Il Resto del Carlino
Intervento di Simonetta Saliera
Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna
 
Pagamenti sbloccati per oltre 39 milioni di euro, liquidità messa in circolo nel sistema economico della nostra provincia.
 

Una vera e propria boccata di ossigeno al mondo del lavoro e dell'impresa. A tanto ammonta il beneficio che lo sblocco del Patto di stabilità da parte della Regione ha portato al territorio bolognese: si tratta di risorse che i Comuni avevano in cassa, ma che, stanti i vincoli del patto nazionale, non potevano spendere. Un vero paradosso il cui unico aspetto chiaro erano le ricadute negative per il sistema delle imprese, già alle prese con le difficoltà di accesso al credito e la necessità di avere liquidità fresca. Se per tutta l'Emilia-Romagna, si è riusciti a sbloccare 195 milioni di euro, per la provincia di Bologna le risorse "messi in circolo" sono 39 milioni di euro, di cui oltre 7 nel capoluogo e le altre nei Comuni con i dati più significativi a San Lazzaro di Savena (1,1, milione di euro), San Pietro in Casale (1,5 milioni di euro), Zola Predosa (846.00o), Budrio (428.000), ecc... Lo sblocco è stato, invece, totale per i Comuni colpiti dal terremoto del mese scorso: in accordo con il Governo che ha contribuito su base regionale con 40 milioni di euro, per i Comuni terremotati il Patto di stabilità è stato sospeso, con l'obiettivo di favorire la ricostruzione post sisma. Nel suo insieme, l'operazione sul Patto di stabilità, permetterà di velocizzare i tempi di pagamento e rimettere in moto la nostra economia territoriale. 

Post

17 Gennaio 2020

ArteFiera-ArtCity 2020 con le opere di Pompilio Mandelli

Grande successo per il taglio del nastro di "Dalla figurazione all'ultimo naturalismo", la personale di Pompilio Mandelli curata da Sandro Malossini e allestita nei locali dell'Assemblea legislativa regionale in occasione di ArteCity-ArteFiera. 

17 Gennaio 2020

Monumento Ogr, grazie ragazzi delle Scuole De Andrè

“Care ragazze e cari ragazzi, siete staffette di memorie. Grazie per il vostro lavoro che ci apre il cuore alla speranza per il futuro. L’opera d’arte che avete realizzato si inserisce appieno nel lavoro svolto in questi anni dall’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per ricordare la tragedia dell’amianto alle ex Ogr e far sì che non capitino più orrori del genere”.