Interventi

10 Ottobre 2012

Fusione, una strada da percorrere

Fusione, una strada da percorrere

10 ottobre
 - Il Resto del Carlino

Intervento di Simonetta Saliera

Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna
 
Anche i risultati della revisione civica fatta sul territorio e anticipata oggi dal Carlino confermano come la proposta dei sindaci e dei rispettivi Consigli comunali di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigano di dare vita ad un Nuovo Unico Comune sia molto positiva e precorre, innovandola, la riforma delle autonomie locali.

Essi, perseguendo con razionalità l’efficacia e il rapporto costi-benefici dell’organizzazione del Nuovo Comune nonché la sua efficienza, mantenendo vivi i singoli municipi con la possibilità di estendere a tutti la stessa qualità dei servizi e ridurre nel tempo le spese fisse di funzionamento per liberare risorse da destinare a nuovi e necessari investimenti. È un po’ quello che gli economisti definiscono aumento di produttività derivata da economie di scala. Ci pare n modo intelligente di applicare il principio della revisione della spesa (spending review) e senza tagli aprioristici. La Giunta regionale ha accompagnato i sindaci nel confronto con il Governo. Ora ci sarà un referendum consultivo nel quale sarà anche possibile scegliere il nome del Nuovo Comune che, deve essere ben chiaro, manterrà le agevolazioni di cui attualmente beneficiano i territori montani. Nei primi due anni il Nuovo Comune godrà delle esenzioni dai vincoli del patto di stabilità e per i primi quaindici anni riceverà risorse straordinarie per circa 20 milioni di euro provenienti per metà daa fondi regionali e per l’altra metà da fondi statali. Auguri a tutti una saggia e approfondita discussione ragionando sul fatto che chi oggi ha più problemi sarà domani beneficiato dalla comune programmazione delle risorse e avrà più possibilità altrimenti impossibili.  

Post

5 Marzo 2021

Dimissioni Zingaretti e crisi Pd

"Le motivazioni delle dimissioni di Nicola Zingaretti da Segretario del Pd e il dibattito che ne è seguito dimostrano come il Partito Democratico sia contorto su se stesso negli opportunismi individuali che nulla hanno a che fare con la storia della sinistra italiana: c'è una totale sordità nei confronti sia di chi ancora ripone fiducia e speranza di futuro nella politica, sia per quell'immensità di popolo che è sempre più povero dal punto di vista economico e con sempre meno opportunità culturali.

26 Febbraio 2021

Cordoglio per la scomparsa di Bruno Pizzica

"Bruno Pizzica è stato un uomo e un sindacalista di grande umanità e impegno: da sempre in prima fila nella difesa dei lavoratori, nella costruzione di soluzioni avanzate e rispettose della dignità della persona quando si parlava di anziani e di welfare. La sua morte mi riempie di dolore: a sua moglie, ai suoi cari, alle compagne e ai compagni della Cgil, a tutti coloro che hanno lottato insieme a lui dedicando una vita ai diritti dei lavoratori e alla costruzione di una società più giusta, vanno le mie più sentite condoglianze".